Studio degli effetti sociali del Volo Yoga

D21-Impr-Soviet-US-Relatn_ITADurante alcuni periodi tra il 1979 e il 1986 le dimensioni di un gruppo di partecipanti al programma MT-Sidhi negli Stati Uniti avevano superato le 1.700 unità, creando così la più forte influenza dell’Effetto Maharishi negli Stati Uniti. C’è stato un aumento significativo di azioni positive dell’Unione Sovietica verso gli Stati Uniti, come indicato dalla barra di sinistra. La barra di destra indica un aumento ancora maggiore delle azioni positive dell’Unione Sovietica verso gli Stati Uniti durante gli specifici periodi in cui si erano tenute diverse assemblee nel Nord America e in Europa, nelle quali era stata raggiunta o superata la radice quadrata dell’1% della popolazione mondiale di allora – pari circa a 7.000. Lo studio, che ha utilizzato l’analisi di serie temporali di una banca dati indipendenti, lo Zürich Project on East-West Relations, ha confermato che quest’influenza di maggiore positività era indipendente delle azioni degli Stati Uniti verso l’Unione Sovietica e dai cambiamenti nella leadership sovietica. Inoltre nei periodi in cui la dimensione del gruppo negli Stati Uniti era sufficiente per creare l’effetto Maharishi negli Stati Uniti, anche il comportamento degli Stati Uniti verso l’Unione Sovietica era diventato più positivo.BibliografiaProceedings of the American Statistical Association, Social Statistics Section, pp. 297–302. Alexandria, VA: American Statistical Association, 1990. (2) ‘U.S.–Soviet relations and the Maharishi Effect: A time series analysis.’ Paper presented at the Annual Meeting of the American Statistical Association, Social Statistics Section, Atlanta, Georgia, August 1991